Top 3 motivi per avere una APP

Top 3 motivi per avere una APP

Ogni mese si lancia uno smartphone nuovo. Stiamo assistendo a una gara senza precedenti nella storia. Una vera rivoluzione tecnologica in continuo cambiamento. Ogni mese, il mercato ci espone alla novità. Cosa significa tutto ciò?

L’era mobile è qui. E tutto è appena iniziato.

Sapevi che il numero di utenti web mobile oggi è maggiore del numero di utenti che usano il pc fisso?

Di conseguenza, le aziende iniziano a comprendere la necessità di utilizzare in modo efficace i canali mobili per attirare i clienti. Come?

Attraverso le APP!

Gli studi dimostrano che gli utenti preferiscono le APP mobili più dei siti web mobili. Questo è un motivo forte per avere APP mobili per raggiungere potenziali (ed esistenti) clienti.

Top 3 motivi per cui avere la propria APP aziendale:

1.Le APP offrono una migliore personalizzazione

La personalizzazione consiste nell’offrire una comunicazione personalizzata agli utenti in base ai loro interessi, posizione, comportamento di utilizzo e altro ancora. La personalizzazione è fondamentale per rendere piacevole l’esperienza mobile del cliente. Con le APP , è facile fidelizzare i clienti con un’esperienza costruita su misura delle loro esigenze.

2.Più controllo

Attraverso la propria APP puoi monitorare e osservare il coinvolgimento dei clienti e utilizzarlo per offrire consigli e aggiornamenti personalizzati agli utenti. Inoltre, è uno strumento molto utile per le strutture ricettive che possono anche identificare la posizione degli utenti in tempo reale per fornire contenuti specifici.

3.Migliora il tasso di conversione:

Quando gli utenti sono coccolati con contenuti personalizzati, hanno una maggiore possibilità di fare una conversione. Logico, no?

Lo sai che Weexpo ti offre un servizio di APP development altamente qualitativo e con prezzi molto accessibili rispetto alla media del mercato? Richiedi una consulenza gratuita!

Please follow and like us:
Avere un sito web non significa solo vendere i vostri beni e servizi

Avere un sito web non significa solo vendere i vostri beni e servizi

Avere un sito web non significa solo vendere i vostri beni e servizi – si tratta anche di fornire un elemento di valore ai tuoi potenziali clienti.

Con così tanti servizi online a basso prezzo, è davvero difficile orientarsi.

Non sei ancora sicuro se il sito web ti aiuterà a far crescere il tuo business?

Ecco 5 motivi che ti faranno cambiare idea:

  1. tuoi clienti lo danno per scontato

Se questo fosse l’unico motivo sulla lista, sarebbe sufficiente. 6 consumatori su 10 si aspettano che i marchi forniscano contenuti online sulla loro attività su una qualche forma di proprietà digitale, e più della metà di loro si dirigono direttamente al sito web del marchio per le informazioni sui prodotti.

  1. Fornisce una prova sociale della qualità dei vostri servizi

Il 90% dei consumatori sostiene che le recensioni online influenzano molto le loro decisioni di acquisto.

  1. Maggior controllo.

Lo sapevi che attraverso il blog puoi influenzare la percezione pubblica creando la propria storia attraverso un sito web aziendale?

Un blog aziendale aiuta gli imprenditori a trasmettere meglio il loro messaggio, la loro missione e la loro personalità di fronte al loro target di riferimento. È più velocemente degli annunci cartacei o degli opuscoli di posta! E che ne dite delle icone social che si collegano a Facebook, Twitter, Instagram e altre piattaforme di rete e rendono la condivisione dei contenuti più facile per i visitatori che amano ciò che vedono?

  1. Più velocità

Cosa viene più comodo e “alla mano” visto che stiamo tutto il giorno con lo sguardo sul telefono ogni 5 minuti? Un sito web o una brochure tradizionale?

  1. Una offerta che non potrai rifiutare…

Weexpo ti offre un servizio di webdesign professionale, in linea con gli ultimi standard di ottimizzazione e privacy con una consegna in tempi veloci. Cosa aspetti, entra in contatto con noi, il nostro consulente ti stupirà con una proposta decisamente interessante!

Please follow and like us:
Top 5 skills in grado di cambiare la tua vita lavorativa per sempre

Top 5 skills in grado di cambiare la tua vita lavorativa per sempre

Vuoi cambiare la tua vita per sempre?

Che cosa hanno in comune Bill Gates, Jeff Bezos, Elon Musk, Warren Buffett, Barack Obama, Oprah oltre ad essere incredibilmente ricchi e famosi?

Sono top performer.

Cioè?

La bella notizia è che non sono modificati geneticamente. Semplicemente, dedicano molto del loro tempo ad apprendere una varietà di abilità che hanno permesso loro di essere dove sono oggi.

Tutti loro hanno ottenuto molto grazie a ciò che hanno imparato e a ciò che sanno. Non sono più intelligenti, ma dedicano più tempo all’apprendimento delle abilità più preziose.

E come si fa a diventare top performer?

10.000 ore di pratica deliberata è la quantità di tempo necessario per essere un top performer in un campo altamente competitivo, secondo Malcolm Gladwell nel suo libro Outliers.

Ma è assurdo! Non ho tutto questo tempo, ti starai già dicendo.

10.000 ore sono quasi 417 giorni. Ma questo non significa che devi iniziare a immergerti giorno e notte nella nuove skills che vuoi apprendere ma, potresti fare in modo da impiegare almeno 30 minuti giornalieri per dedicarti al tuo nuovo obbiettivo.

Ecco il top 5 delle abilità in grado di cambiare per sempre la tua vita lavorativa:

  1. Imparare a imparare – dimentica il modo scolastico, il sistema bastone e carota. Saper imparare a qualsiasi età, trovando la felicità nelle novità è anche un ottimo anticorpo contro la vecchiaia.
  2. La scrittura – La qualità dei tuoi pensieri e del modo in cui li esponi è sempre più fondamentale in un mondo immerso di emoji che sterilizzano ogni conversazione.
  3. Parlare in pubblico – un motivo che parla da sé.
  4. La meditazione – riduce lo stress, aumenta la concentrazione, migliora la qualità del sonno. Se dovessimo elencare tutti i benefici, questa pagina sarebbe davvero lunga.
  5. La formazione di buone abitudini. Oggi in rete, le tracking-App sono in grado di misurare le vostre abitudini con un’interfaccia davvero coinvolgente. Provare per credere!

Con quale abilità inizierai a dare la svolta?

Please follow and like us:
Social Media Awards – i siti di notizie più “social” dell’anno scorso!

Social Media Awards – i siti di notizie più “social” dell’anno scorso!

È appena uscito il ranking dei siti di notizie italiane di maggior successo sui social media del 2018!

Secondo Storyclash, i siti di notizie italiane di maggior successo sui social media e con i post di maggior successo all’interno di ogni categoria (articoli, foto, video e GIF) vedono in testa alla classifica:

  1. Fanpage.it che ha dominato i social con oltre 276 millioni di interazioni totali
  2. La Repubblica con quasi 150 millioni
  3. Sky sport Italia con 105,6 milioni

Ecco l’infografica completa con la classifica dei siti di successo del 2018:

 

Please follow and like us:
TOP 10 competenze più richieste del 2019, secondo LinkedIn

TOP 10 competenze più richieste del 2019, secondo LinkedIn

L’automazione e gli algoritmi creano nuovi posti di lavoro di alta qualità mentre diciamocelo – ne eliminano (tanti) altri e la domanda è destinata ad aumentare. Le forti competenze fino poco fa considerate futuristiche sono in continua richiesta, la maggior parte di esse riguardano il mondo del Cloud Computing e quello dell’AI.

Come tenere il passo con la tecnologia? Ti piacerebbe dare una svolta alla tua vita? Imparare una nuova lingua? O cambiare carriera, prospettiva, competenze? Se la risposta è sì, ti conviene prendere come bussola gli ultimi dati forniti dallo studio di ricerca di Linkedin.

Secondo l’ultima analisi di LinkedIn, i datori di lavoro del 2019 sono alla ricerca di una combinazione di competenze sia hard che soft, con la creatività in cima alla lista delle competenze desiderate. La classifica vede in cima le soft skills come l’originalità, l’iniziativa e il pensiero critico, competenze che per momento non possono essere sostituite dalla tecnologia e dall’automazione.

“Rafforzare una soft skill è uno dei migliori investimenti che puoi fare nella tua carriera, perché non passano mai di moda”, ha dichiarato Paul Petrone in un blog di LinkedIn Learning Editor. “Inoltre, l’ascesa dell’intelligenza artificiale sta solo rendendo le soft skills sempre più importanti, poiché sono proprio il tipo di competenze che i robot non possono automatizzare”.

Il futuro luminoso per chi vuole darsi da fare appartiene a coloro che riusciranno a crearsi una vera e propria combinazione sempre aggiornata sia delle hard skills sia di quelle soft.

Top 5 soft skills da perfezionare secondo Linkedin: la creatività, la persuasione, la collaborazione, l’adattabilità e la gestione del tempo; questi attributi si possono evolvere nel tempo, con l’apprendimento attivo,

 

 

 

Top 5 hard skills: il cloud computing si aggiudica il primo posto, con ingegneri richiesti da un numero sempre maggiore di servizi e dati che migrano verso il cloud. Il secondo posto è riservato all’’intelligenza artificiale, seguita dal ragionamento analitico, poiché le aziende devono prendere decisioni basate sulla miriade di dati che sono ora accessibili a loro. La gestione delle persone è arrivata al quarto posto, seguita dalla progettazione dell’esperienza utente – il processo per rendere tutte queste nuove tecnologie accessibili e con cui gli esseri umani possono interagire facilmente.

E tu, da quale skill inizierai? 🙂

Please follow and like us:
Come promuoversi attraverso lo storytelling?

Come promuoversi attraverso lo storytelling?

La creatività nella comunicazione è fondamentale.  Lo sanno pure le pietre, sì, ma in quanti adottano una strategia per aumentarla e differenziarsi?

Basta uno sguardo anche a una traduzione fatta male per esempio, per capire quanto sia importante. Gli esperti della traduzione diranno che bisogna essere fedeli in quanto possibile all’originale. A volte però, c’è anche un piccolo spazio per la libertà del traduttore quando una traduzione fedele al 100% non è possibile.

Gli amanti della lettura per esempio lo sanno benissimo. E per loro, prenderemo come case study il libro ” Il giovane Holden”.

Dal titolo in inglese “The Catcher in the Rye” in italiano divenne “Vita da uomo” nella prima edizione (non c’entrava niente con l’essenza del titolo originale, diciamolo), così si scelse il titolo “Il giovane Holden” forse come metodo di familiarizzazione del pubblico con altri giovani che lasciarono il segno nella letteratura un po’ prima, come il giovane Werther o “I turbamenti del giovane Törless”.

Tornando al punto principale, ossia la creatività nella comunicazione, abbiamo preso proprio spunto da questo libro, in quanto, se riflettiamo, tutta l’essenza del libro risiede proprio nel significato del titolo.

Partendo dalla poesia di Robert Burns “Comin’ Through the Rye” arriviamo a un punto che farebbe tremare anche i traduttori più esperti.

Catcher indica il ricevitore nelle squadre di baseball. Rye indica la “segale”.Ma non si potrebbe comunque tradurre “il ricevitore nelle squadre di baseball di segale” oppure “L’acchiappatore nella segale”

Basta leggere il libro per capire che il giovane Holden immaginava davanti ai suoi occhi un campo di segale dove i bambini corrono ignari del burrone che li attende ai suoi confini e confessa a sua sorella che da grande vorrebbe fareil “catcher in the rye”, ovvero colui che ha il potere di salvare i bambini dalla morte, afferrandoli quando stanno per cadere.

(Quanto si avvicina il “Giovane Holden” al titolo..?)

Abbiamo scelto questa piccola storia per sottolineare quanto siano importanti le parole nella comunicazione. Indipendentemente dal tipo di impresa che avete, il modo in cui il vostro messaggio viene trasmesso al grande pubblico, conta. Soprattutto in questa società che offre tutto in poco tempo e a prezzi sempre più competitivi. Basta guardare la tv e fare un po’ di attenzione alle pubblicità delle grandi nazionali per capire quanta importanza possiede adesso lo storytelling nel promuovere i propri servizi e/o prodotti.

E tu, sei pronto per un nuovo modo di comunicare il tuo brand online?

 

 

 

Please follow and like us:

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi